Il Festival

Sui sentieri delle emozioni

Le strade e i cortili del paese si stanno preparando a riempirsi di voci, pensieri e colori: è in arrivo la seconda edizione di Un Ponte di storie, Piccolo Festival letterario per bambini e ragazzi, che dal 10 al 14 aprile porterà a Ponte in Valtellina alcuni degli autori e degli illustratori contemporanei più amati dai ragazzi, per vivere insieme cinque giornate ricchissime di racconti, immagini e suggestioni. Come lo scorso anno, la manifestazione, ideata e organizzata da Oriana Picceni (direttore artistico), Francesca Franchetti (coordinatrice delle attività dell’Istituto Comprensivo di Ponte in Valtellina) e Elena Folini (Assessore alla Cultura del Comune di Ponte in Valtellina), in sinergia con l’Istituto Comprensivo, la Biblioteca Comunale ‘Libero Della Briotta’, l’Amministrazione Comunale di Ponte e l’agenzia creativa Book on a Tree, concentrerà le diverse attività tra gli spazi della Scuola Media M. Quadrio, la Biblioteca e l’Auditorium, oltre a diverse incursioni per le strade e nei cortili del paese.

Una vera e propria kermesse dedicata alla lettura e alla creatività, che metterà al centro i bambini e i ragazzi, come protagonisti e attori di incontri con gli autori, letture, laboratori con gli illustratori, spettacoli teatrali, progetti speciali e interviste e attività creative.

Dopo una prima edizione che, nel maggio 2018, si è chiusa con un bilancio decisamente positivo, con grande successo e apprezzamento da parte di critica e visitatori, Un Ponte di storie si ripropone come evento corale volto a promuovere Ponte come realtà viva e attiva, pronta ad accogliere e a regalare cultura e storie. Con la concreta speranza di creare una comunità di giovani lettori consapevoli, critici ed entusiasti che diventeranno lettori a vita.

L’obiettivo della nuova edizione non solo è quello di ampliare le proposte e i canali attraverso cui veicolare le storie, ma anche quello di estendere la fruizione della molteplice offerta culturale ad un pubblico sempre più vasto, lavorando in sinergia per la crescita di un evento che ha a cuore il paese e le sue bellezze, il territorio e le sue potenzialità, i ragazzi e le loro emozioni.

Le emozioni saranno appunto il filo conduttore della seconda edizione, che le attraverserà, indagherà e svelerà attraverso il filtro della letteratura e dell’illustrazione. Si partirà dalla Paura, sentimento ormai costante nella nostra società, cercando di dare ai ragazzi gli strumenti per affrontarla anche attraverso le storie. Si parlerà poi di Felicità, Rabbia, Tristezza, Sorpresa e di tutte le sfumature che colorano la nostra quotidianità.